MASSERIA CIURA_LIMONI-PORTFOLIO2

Limoni

Descrizione

  • Femminello comune –  È una cultivar altamente rifiorente con elevate capacità di allegagione, di cui si possono elencare ben cinque fioriture annuali, a cui corrispondono diverse denominazioni di fruttificazione. La più importante, almeno per il valore qualitativo, è la prima fioritura, la quale produce frutti che maturano da ottobre a marzo. Sono i cosiddetti limoni invernali caratterizzati da un epicarpo più o meno rugoso, elevata acidità e un numero variabile di semi. I frutti più precoci di questa prima fioritura, quelli che maturano tra settembre e ottobre, sono detti Primofiore e sono molto quotati nel mercato. Abbiamo poi i frutti detti ‘maiolini’, ‘biancucci’ o ‘bianchetti’, caratterizzati da un epicarpo poco rugoso, un colore giallo pallido, pochi semi e una minore acidità. Molto spesso fruttificano a grappolo e la maturazione avviene tra aprile e maggio. I famosi ‘verdelli’ giungono invece a maturazione nell’estate dell’anno seguente e si piazzano sul mercato con ottimi prezzi. I verdelli, che solitamente si formano a grappolo, hanno un epicarpo più liscio, un’acidità bassa e quasi nessun seme (tecnicamente si dice che i semi sono abortiti). Ci sono poi i cosiddetti ‘bastardi‘ che maturano dopo circa un anno e si caratterizzano soprattutto per l’epicarpo liscio e il colore giallo intenso. Vanno infine ricordati i ‘marzani’, raccolti solitamente insieme ai limoni invernali. Non sono mai numerosi, hanno una forma più o meno rotondeggiante, epicarpo rugoso, umbone largo e schiacciato, un certo numero di semi e un’acidità elevata.
  • Femminello siracusano 2kr (o Femminello masculuni) – Di probabile derivazione (per mutazione gemmaria) del “Femminello comune”, questo tipo di limone si caratterizza per essere una pianta di grande vigore, con un rapido accrescimento e una messa a frutto anticipata rispetto agli altri limoni mediterranei. Ha una certa rifiorescenza spontanea e riesce a produrre mediamente l’85% di limoni (per la maggiore precocità del primofiore), il 4% di bianchetti e l’11% di verdelli. Di grande qualità e dunque molto apprezzata dal mercato anche per l’alta produttività e il precoce accrescimento dei frutti, questa cultivar presenta comunque dei difetti come la mal tolleranza al mal secco.

Periodi di raccolta

    • Femminello comune - settembre/marzo
    • Femminello siracusano 2kr - settembre/aprile